2° Seminario

 

COME COMBATTERE L’EUROSCETTICISMO E GARANTIRE LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI ALLA VITA DELL’UNIONE EUROPEA

 

 

 L’incapacità da parte dell’Unione Europa di gestire in maniera solidale e concreta i flussi migratori sta favorendo una progressiva crescita di movimenti euroscettici e anti-europeisti. 

 

L’Europa fatica a trovare regole comunemente concordate che favoriscano una redistribuzione delle migliaia di rifugiati che quotidianamente raggiungono le coste italiane ed europee. 

 

Per fronteggiare questa crisi, di fronte all’inerzia europea, come si sta organizzando l’Italia? Che cosa dovrebbe fare l’Unione Europea? Quali sono le reali cause alla base della crescita dell’Euroscetticismo. Quali sarebbero le reali conseguenze di un’Europa senza Unione Europea? Esiste il rischio di tornare indietro di sessanta anni?  Qual è il ruolo della Società Civile, che ruolo attivo possono avere i cittadini e le autorità locali?

Nuoro, 17 Luglio 2017

Aula Consiliare del Comune di Nuoro



1° Seminario

 

UNIONE EUROPEA: IL PRINCIPIO DI SOLIDARIETÀ COME VALORE FONDANTE

 

Il workshop Unione Europea: Il principio di Solidarietà come valore fondante, ha permesso, in un’ottica territoriale che ha visto coinvolte le autorità locali del nord della Sardegna, di dibattere approfonditamente sul significato dell’Unione Europea e sul principio di solidarietà, ritenuto fondante non solo da un punto di vista meramente teorico ma anche e soprattutto politico. Il termine “solidarietà”, nel contesto europeo, è infatti riferito a una solidarietà concreta tra i Paesi dell’Unione, sotto diversi profili: politico, economico, sociale. Di fronte alla crisi dei migranti che sta interessando l’Unione Europea e in particolare i Comuni italiani, il dibattito assume una rilevanza di gran rilievo politico che interessa il futuro dell’Europa stessa.

 

Continua a Leggere...



Condividi "Dall'Europa ai Comuni"

Iniziativa realizzata con il contributo della "Fondazione di Sardegna"